Covid 19 – 4 marzo 2020

Qui al paesello la prima vittima.
Ci hanno esortato a restare in casa e non è difficile per me che esco poco anche in tempi normali. Ma, visto che mi viene imposto, il mio spirito ribelle si è risvegliato e mi vien voglia di correre fuori.
A ogni sirena di ambulanza (ieri tre) si pensa ai parenti, agli amici…

Ho finito di colorare gli “uccelletti” che avevo disegnato una trentina di anni fa. Un progetto fatto per dipingere sei piatti di porcellana, ma poi finito nel dimenticatoio, come capita quando si ha una bambina piccola e ci sono cose più urgenti da fare. Li ho ritrovati per caso, la settimana scorsa e mi sono divertita a colorarli, anche se i piatti, ormai, non li dipingerò più.

Dopo il primo dei cardellini, già postato, ecco gli altri cinque:

https://undentedileone.files.wordpress.com/2020/03/cince.jpg

cince

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2020/03/ciuffolotti-3.jpg

ciuffolotti

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2020/03/codirossi.jpg

codirossi

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2020/03/fringuelli-2.jpg

fringuelli

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2020/03/usignoli.jpg

usignoli

 

I cardellini e le cince sono già qui in giardino, presto arriveranno anche gli altri a rallegrarci.

 

 

 

 

Primo giorno di marzo

Piove.

Piove, quietamente, sulle macchie d’erba verde smeraldo del brolo ormai incolto e selvaggio.
Piove sui fiori rosati dell’albicocco e su quelli cremisi del pesco selvatico.
Una gazza vola raso terra e si ferma vicino al cespuglio di lauro ceraso cercando qualcosa, poi zampetta tronfia sul vialetto e si posa, infine, sul pero osservando l’erba, forse cerca la propria colazione, forse un topino imprudente.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2020/03/cardellini.jpg

mie opere
tecnica mista su carta
progetto per esecuzione su porcellana terzo fuoco

Un paio di merli scovano grassi lombrichi mentre i cardellini fanno colazione con i semi delle erbe rinsecchite. Lascerò che crescano i cardi selvatici per loro. Ormai hanno eletto questo brolo a loro territorio e a me fa piacere vederli svolazzare da un ciuffo d’erba all’altro, con piccoli brevi voli, quasi uno sfarfallio leggero.

Piove.
Una volta si diceva che la pioggia lavava via tutte le brutture dell’inverno. I vecchi aspettavano le piogge di primavera per i campi e perché era la fine dell’influenza, secondo loro.
Chissà se la pioggia, oltre alle polveri sottili, laverà l’aria, i tetti e anche le nostre paure.

Piove più forte.
Le tortore hanno smesso di tubare e sono andate a nascondersi da qualche parte, come i cardellini e i merli, tranne uno che zampetta vicino alla casa, forse ha ancora fame e continua a cercar lombrichi.

Piove, sui narcisi e sui crochi, sulle primule blu e sulle viole modeste, piove sul trifoglio ornamentale dai grandi ciuffi verde mela.
Piove su questa terra arida assetata, sui germogli del sambuco e sui boccioli perlacei del pruno selvatico. L’edera si arrampica sul bagolaro e le rose hanno già le gemme.

Si sta schiarendo. Finirà la pioggia molto presto e la primavera è arrivata un po’ presto, è vero, ma che sia la benvenuta e foriera di buone promesse.

Terra e umanità

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/08/bio-gnosi.jpg

bio-gnosi
mie opere
tecnica mista su carta

 

Se potessimo paragonare la vita della terra dalla sua formazione, a una giornata di ventiquattr’ore, dovremmo dire che l’essere umano vi è comparso negli ultimi minuti…e, in questo breve periodo, di casini e disastri è riuscito a farne tanti davvero: ci si è messo proprio d’impegno!

P.S. La mia opera, non è astratta, ma la rappresentazione ingrandita di un pezzettino microscopico di polmone ammalato.

Gatti

Anche se attualmente non ho alcun animale da accudire, la mia preferenza, in assoluto, è sempre andata al gatto.
Ne ho sempre avuti fin da quando ero piccola, dalla prima vecchia gatta coriacea dal pelo a macchie tricolori fino all’ultima gattina nera con gli occhi d’oro da cui ho tratto la mia icona.
Negli anni vissuti in Istituto il gatto mi è sempre mancato.
Non voglio fare le lodi dei gatti, ci sono blog  e libri a loro dedicati, controversie, storie, leggende e fiabe che ne hanno parlato con dovizia.

Molti pittori hanno dipinto i gatti nei loro quadri e ne hanno studiato la “felinità”, come Leonardo e altri si sono divertiti a prendere in giro i grandi pittori.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/leonardo-da-vinci-studio-con-gatti-e-altri-animali-1513-ca2.jpg

Disegni di Leonardo da Vinci
immagine presa dal web

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/davinci_mona.jpg

Gatta-Mona
immagine presa dal web

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/bellini.jpg

Gatto-Doge
immagine presa dal web

Ci sono illustrazioni stupende, come quelle di Lesley Anne Ivory che ha prodotto immagini dei gatti che hanno frequentato la sua casa.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/lesley-ann-ivory.jpg

immagine presa dal web

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/700x9999.ce2ab6d2-5056-b71d-5ec72ae910869292-supporting_image_1.jpg

L.A. Ivory
immagine presa dal web

Negli anni mi sono divertita anch’io a raffigurare qualche gatto che aveva scelto di condividere i miei spazi.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/tissy.jpg

grafite su carta
mie opere

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/gatto-bianco-gesso.jpg

gesso su carta
mie opere

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/gattino-su-porcellana.jpg

dipinto su porcellana
terzo fuoco
mie opere

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/chiostro-e-gattini.jpg

stampa calcografica
da incisione a punta secca su rame
mie opere

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/tissy-e-il-topo.jpg

olio su tavola (il buco è vero, non è dipinto)
mie opere

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/bucky.jpg

olio su tela
mie opere

2019

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/il-temporale.jpg

Il temporale
olio su tavola
mie opere

Gli ultimi tre anni, 2016, 2017, 2018, sono stati deleteri per la mia famiglia e hanno lasciato segni indelebili.
Speravo che il 2019 potesse essere un anno tranquillo nel quale recuperare un po’ di serenità: in questi primi sei mesi è successo di tutto: fare l’elenco delle malattie gravi, dei morti, degli incidenti con conseguenze serie e a lungo termine che hanno colpito membri della mia famiglia, l’ultimo ieri che ha coinvolto tre persone, sarebbe lungo e inutile.

Non sono superstiziosa, pessimista, fatalista. Il mio realismo mi porta ad analizzare ogni situazione con logica e praticità, ma, se devo essere sincera, sto incominciando a sentirmi sul capo una nube plumbea che deve essersi molto affezionata a tutte le persone che amo.

Ostentazione

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/botticelli.jpg

Omaggio a Botticelli
grafite e pastello
mie opere

 

Stamane siamo stati svegliati, alle sett’albe, dalla musica a tutto volume che proveniva dal balcone di una nostra vicina di casa.
La nostra vicina è una persona sgraziata nel corpo e nell’anima, volgare, mal-educata, scorbutica, pettegola… la evitiamo come se fosse la peste bubbonica e lei, non potendo imporci la propria presenza, ci impone, a volte, la sua musica preferita.
Forse ha litigato con il marito o le è andato qualcosa di traverso, chissà.
Poiché è evitata da tutti sente spesso il bisogno di farsi notare.
Sono di molto più vecchia di lei e la conosco fin da quando era ragazzina e veniva “educata” a suon di ceffoni e male parole da sua madre, che era un donnone spregevole in tutti i suoi comportamenti.
“Chi da gallina nasce in terra raspa” sosteneva mia madre ed è purtroppo vero.

Ho sempre pensato che chi sente la necessità di mettersi in mostra, di ostentare ciò che possiede, di urlare nel proprio cellulare mentre passa per strada comunicando a tutti il proprio pensiero, di scorrazzare con auto e moto facendo baccano più del necessario, di “urlare” nel web contro tutto e tutti, di sbraitare in certe trasmissioni TV e sulle piazze d’Italia, sia quasi sempre un immaturo, un debole, un disadattato, un infelice.