Piano Hartz

https://undentedileone.files.wordpress.com/2017/09/gatta-nera.jpg

mie foto

Riflettevo in questi giorni su quanto sta accadendo negli U.S.A. a causa dello shutdown e ho pensato a quanto sta succedendo in Europa di questi tempi, soprattutto in Italia con l’approvazione del reddito di cittadinanza.

Mi chiedo se accadrà quello che è accaduto in Germania con il piano Hartz, nato nel 2002 per ridurre i 4 milioni di disoccupati che avevano.
Se è vero che ha funzionato, come mai in Germania, secondo  “Der Spiegel” settimanale tedesco d’informazione, le mense per i poveri sono passate da 1 nel 1993, alle 917 attuali e pare che distribuiscano cibo a un milione e mezzo di utenti e fino a tre milioni, con più di sessantamila volontari che si occupano di queste mense?
Sempre secondo Der Spiegel, queste associazioni caritatevoli non ce la fanno più a tirare avanti, tanto che sono costrette a far pagare una piccola cifra a chi chiede loro cibo, pochi centesimi, per cercare di coprire le spese di affitto, automezzi, strumenti.
Che cosa succederà qui da noi, con l’erogazione del reddito di cittadinanza?
Capiranno subito le aziende che avranno la possibilità di assumere mano d’opera a bassissimo costo, perché, come successo in Germania, chi ha aderito al piano Hartz è stato poi obbligato ad accettare qualsiasi lavoro offerto dai centri governativi, pena la soppressione del sussidio e dell’assicurazione per l’assistenza medica; lavori indipendenti dalla professionalità o capacità del lavoratore, a volte per uno o due euro l’ora?
L’hanno capito le aziende che questa proposta non è per i lavoratori ma per aumentare il loro profitto? Cosa utile certamente, se non fosse a discapito di chi viene sfruttato.
Anche in Italia i centri governativi di controllo, per l’erogazione del sussidio e le proposte di lavoro, diventeranno i vessatori dei poveri cristi che aderiranno al progetto, oppure si faranno rilasciare tangenti per favorire gli uni invece che altri, come il passato della nostra amministrazione statale ci ha insegnato?
A meno che non continui a funzionare il nostro tipico malcostume per il quale, fatta la legge, trovato l’inganno, i controlli non ci saranno a causa della mancanza di denaro per pagare i controllori, o semplicemente perché la pigrizia supera l’efficienza e tutto si limiti al “come si è sempre fatto” e non sia che “polvere negli occhi”, citando la cara Agatha.

Annunci