Il faragallo

Questa non è una storia d’amore ma di una casualità.

In un paese della nostra Provincia, presso la città, è nato un faragallo, ovvero un incrocio fra una gallina faraona e un gallo.
La storia è semplice: uovo di faraona fatto covare a una gallina, la piccola faraona (come ci insegna Lorenz e come la mia gattina nera Bucky aveva dimostrato) appena nata vede la gallina, la crede sua genitrice, si identifica con lei, cresce con lei e le altre galline, credendo d’essere una gallina.
Certo non parla la stessa lingua, ma che importa, si sa le lingue straniere son sempre state ostiche in Italia.
Anche il gallo, alla fine, finisce per vederla come una gallina, oppure viene attirato dall’esotica visione, chi lo sa? Fatto sta che il gallo e la faraona convolano a nozze, giuste o sbagliate a lor non frega proprio nulla. Dall’uovo fecondato e poi covato, il nascituro, chiamato Faragallo, eccolo qua.
Poveretto, lui come tutti gli ibridi, si sa, non sarà fecondo, ma tanto lui non lo sa e vivrà felice in mezzo a quel pollaio.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2017/07/faragallo.jpg

Faragallo
foto dal Giornale di Brescia

In Francia, che Konrad Lorenz lo han studiato a fondo, da tempo allevano fagiani maschi con le galline, ottenendo i “coquard” grossi volatili, poco graziosi per la verità, ma dalle carni più gustose.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2017/07/coquard-faisan.jpg

Coquard
foto presa dal web