Un nuovo mondo

volto-con-le-giunchiglie

Pastello e grafite
mie opere

C’era una volta……

No.

Ci sarà un giorno, prossimo venturo, un mondo nuovo.

Ci sarà la parità, l’uguaglianza fra uomini e donne, l’uguaglianza fra tutti gli esseri umani, non ci sarà differenza fra artigiani e professionisti, fra contadini, tecnici, ingegneri, dottori…perché ognuno sarà consapevole che il proprio lavoro sarà di giovamento a tutta la comunità e ognuno lavorerà senza retribuzione, perché il denaro verrà abolito e ognuno avrà accesso ai beni di cui ha bisogno, senza egoismi, senza desiderio di accumulare proprietà.

Non ci saranno più partiti politici, poiché non vi saranno più classi sociali.

Non vi saranno più confini, perché nazioni e città non esisteranno più…

dopo l’ultimo conflitto nucleare che ha coinvolto tutto il mondo

e i superstiti hanno dovuto ricominciare da capo.

Nei villaggi che si stanno ricostruendo tutti lavorano a seconda delle proprie capacità.

Non ci sono poveri o ricchi, tutti gli uomini sono eguali, indipendentemente dal colore della loro pelle, delle loro idee, sono solo “uomini”.

Quanto tempo è passato da quando le bombe sono esplose in tutto il mondo, distruggendo quasi tutto ciò che esisteva, devastando ogni cosa?
Quanti anni, quante generazioni, ci vorranno perché si ritorni ad una parvenza di normalità?

E’ necessario procreare nuove generazioni che tornino a popolare e trasformare ciò che è rimasto di questo nuovo mondo.
Ma il novanta per cento delle donne, ora, muore durante il parto.
Per avere la forza di portare a termine la gravidanza le donne devono rimanere a letto per tutti i nove mesi e quanto tempo ci vorrà perché i geni degli esseri umani tornino ad essere sani?

Le donne si sposano a sedici anni per avere la forza di mettere al mondo almeno un figlio, sperando che almeno il figlio sopravviva, che possa poi generare altri figli, generazione dopo generazione, per poter tornare, chissà quando, ad una umanità di nuovo sana…

sì perché, ora, i sopravvissuti non sono sani, sono stati trasformati in mostri dalle radiazioni del conflitto nucleare, mostri che sopravvivono grazie al fatto che, durante tutte le ore solari, gli scienziati hanno trovato il modo di erogare delle onde ipnotiche che, colpendo il cervello, impediscono che gli esseri umani si vedano come essi esattamente sono.

Durante il giorno, gli esseri umani, grazie a queste onde ipnotiche, vedono un mondo perfetto intorno a loro, tutti gli uomini, le donne, i ragazzi, le ragazze, sono perfetti, sani, belli, forti e felici, circondati da un ambiente naturale perfetto, piacevole e rilassante.

Dall’alba al tramonto.

Poi le onde ipnotiche devono essere interrotte, per non danneggiare il cervello che deve riposare.
Al tramonto la sirena avverte tutti di ritirarsi nelle proprie abitazioni, un coprifuoco che tutti si affrettano a rispettare, perché hanno paura perfino della propria stessa immagine riflessa in uno specchio. Si ritirano in silenzio, si nascondono a se stessi e agli altri, in attesa che il sonno impedisca loro di uccidersi o di uccidere l’altro.

Annunci