Ritorno alla natura

Ho lasciato che le erbe spontanee invadessero quella parte del mio giardino che Federico coltivava a orto.
Si tratta di un appezzamento di terreno che si trova lontano dalla strada e che non può infastidire alcuno.
Ci sono erbe che superano abbondantemente il metro di altezza e i loro fiori attirano api e farfalle, bombi e altri insetti utili all’impollinazione e che potrebbero contrastare l’invasione di quelli nocivi.
Molti uccelli becchettano i semi dopo la fioritura e spero che ritornino anche le piccole bisce, qui le chiamiamo “siborbole”, che abitavano anni fa il nostro giardino e con le quali mia figlia giocava accarezzandole e proteggendole.
Il passaggio dalla falce manuale alle falciatrici meccaniche ne ha fatto strage e non ne abbiamo più viste.

Qui di seguito una galleria di immagini di quello che scopro giorno dopo giorno: dalla falsa fragola alla malva, dai punti d’oro ai vari tipi di cicoria selvatica, il papavero ornamentale e l’alchenchengi, la violetta gialla, il trifoglio e le ombrellifere, infine la melissa, la salvia e il rosmarino, la lavanda, l’origano e il timo circondati dall’acanto, residui delle coltivazioni precedenti come i fiori del prezzemolo che attireranno le grandi farfalle macaone e anche qualche piantina che non conosco e che aspetto che fiorisca per capire che cosa sia.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190609_072359.jpg

malva

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190609_072533.jpg

salvia, rosmarino e melissa sullo sfondo

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190609_072702.jpg

lavanda

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190609_072327.jpg

punti d’oro

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190609_072323.jpg

cicoria

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_171111-effects.jpg

origano, timo e acanto

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_171034.jpg

violette gialle

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_170910.jpg

??? aspetto che fiorisca poi spero di capire che cosa è

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_170515.jpg

alchenchengi

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_170449.jpg

trifoglio e ombrellifere

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_170417.jpg

prezzemolo in fiore

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_170410.jpg

papavero

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/img_20190608_170350.jpg

cicoria

 

https://undentedileone.files.wordpress.com/2019/06/falsa-fragola.jpg

falsa fragola
mie foto

Annunci

37 pensieri su “Ritorno alla natura

  1. Noi, esseri umani, passiamo, e stiamo anzi rischiando che scompaia l’intera specie, ma la natura resta, ha la pazienza e la potenza di ricominciare, Chernobyl è un esempio.
    C’era un fiume, credo fosse l’Hudson, che ancora anni fa – lessi- davano ormai sterilizzato da tanto era inquinato, eppure passato un certo lasso di tempo, avevano riscontrato il rinascere di micro-organismi.
    Il tuo orto abbandonato è un’antologia di splendidi racconti da scoprire sempre nuovi, giorno dopo giorno.

    Piace a 2 people

    • Cerco di tenere in ordine tutto il resto, ma questo pezzo qui voglio che torni allo stato brado, un luogo in cui la natura abbia il privilegio di fare ciò che sa fare senza l’intervento umano, salvo quello del contenimento (non vorrei che s’infiltrasse anche dentro casa)

      Piace a 1 persona

    • Sono anche pigra come un gatto, meglio osservare ciò che non sono obbligata a curare e a far crescere. Queste vengon su da sole, sono più forti di quelle coltivate, hanno solo bisogno di un po’ d’acqua ogni tanto.

      Piace a 1 persona

    • Purtroppo chi coltiva il grano o il mais e lo fa per vivere deve eliminare le erbe infestanti che sono dannose e possono rovinare le piante utili.
      Non sempre la bellezza va a braccetto con la praticità e la convenienza.

      Mi piace

      • Il biologico è una bella favola. Si possono avere dei cultivar bio solo in alcuni luoghi e sicuramente non nelle grandi produzioni. I frutteti del Veneto, del Mantovano e dell’Emilia sono stati devastati dalla cimice asiatica e dal rodilegno giallo, non c’è nulla di naturale che possa contrastare questi parassiti. Nel mio giardino, da due anni non vengono fatti i trattamenti anticrittogamici e da due anni non vedo alcun frutto. Per la prima volta vengono attaccati anche i limoni, i frutti sono bucati e distrutti da insetti, formiche, forbicette, coleotteri notturni. A pochi chilometri ci sono i grandi meleti che hanno sempre fornito frutta ai nostri mercati: se il produttore vuole portare le mele a maturazione deve fare trattamenti due, tre volte l’anno. Il biologico e il biodinamico si fanno nelle serre o nei pochi luoghi che non sono ancora stati visitati da questi nuovi insetti contro i quali non si sa nemmeno come intervenire, oltre alle malattie fungine favorite dal cambiamento climatico. Ho sempre diffidato di ciò che la grande distribuzione proclama “bio” aumentando il prezzo della merce. Le belle mele lucide, i frutti e le verdure senza alcun segno, senza alcun difetto, hanno poco di biologico, non hanno nulla di chilometro zero, basta leggere da dove provengono e andare a controllare quali sono le leggi di produzione dei paesi da dove queste merci provengono.

        Piace a 1 persona

      • Caspita. Sei davvero ben documentata. Andresti d’accordo con il mio ex compagno. Sei del settore, suppongo. Sono consapevole della favola del bio anche per aver visto una buona inchiesta della Gabanelli ai tempi. Grazie davvero per l’esauriente risposta. Apre ulteriormente gli occhi. 😉

        Piace a 1 persona

      • No, non sono del settore. Se leggi il mio About, t’accorgerai che sono stata tutt’altro. Ma abito in un villaggio a prevalenza agricolo, mi guardo intorno, sento gli agricoltori parlare, osservo, faccio domande, mi sono sempre informata e cerco di approfondire ogni cosa. Tutto qua.

        Piace a 1 persona

  2. Le erbe infestanti … occorre estirparle, e lasciare respirare le erbe coltivate ! Ah … vorrei essere anch’ io un’erba infestante, così da estirparmi e cessare di soffrire … ora che la mia bellissima e fiorita Francesca mi è stata tolta per sempre !

    Piace a 1 persona

    • In questo luogo non ci sono erbe coltivate, solo spontanee o infestanti e non le estirpo, non è questo lo scopo della natura.
      Bruno, non sei il primo e nemmeno l’ultimo che ha perso qualcuno che amava profondamente. A tutti è successo, abbiamo perso genitori, figli, coniugi, fratelli, parenti e amici. Il dolore non passa, il tuo dolore non fa che aumentare quello degli altri tuoi cari che soffrono esattamente come te. Tua moglie e Chiara e i figli di Francesca, è a loro che devi pensare Bruno, devi guardare avanti ed essere forte per aiutare chi ha bisogno di te adesso e in futuro.
      Ti abbraccio.

      Mi piace

  3. Per loro, per mia moglie, per Chiara, per Ale e Lore, e Alice ( la figlioletta di Chiara ) sarò QUERCIA, ma ora lascia ch’ io sfoghi il mio dolore : lo so, non sono il primo ad aver seppellito una figlia e, ahimè, non sarò l’ ultimo … ma Franci mi manca tantissimo, e non c’ è ora del giorno, o della notte, ch’ io non la rimpianga ! 😦

    Piace a 1 persona

    • Caro Guido solo applicando le “crudeli” leggi della Natura, le specie animali e vegetali possono sopravvivere. Solo noi umani le abbiamo stravolte e ne stiamo pagando le conseguenze.

      Mi piace

  4. Paradossalmente, la morte è la base della vita : ed infatti, come scrisse il grande Lucrezio ( sublime corregionale del nostro Guido ) circa 2.000 anni fa nel suo rigoroso trattato scientifico “in versi” DE RERUM NATURA … nec ( Natura ) ullam rem gigni patitur nisi adiuta morte aliena ( la Natura non tollera che alcuna cosa nasca senza l’ aiuto della morte di un’ altra ) ! Così, dalla morte di mia figlia trarranno vigore non solo i suoi due figli, ma anche quelli di altri !

    Mi piace

    • Non credo che Lucrezio intendesse applicare questa considerazione all’essere umano…se così fosse, noi esseri umani dovremmo comportarci come gli altri animali, per i quali la morte di uno è nutrimento di un altro (noi abbiamo bandito il cannibalismo, credo)

      Mi piace

  5. Sì … Lucrezio l’ applicò anche a noi umani, non perchè ci allineasse alle bestie, ma nel senso nobile del concetto : ad esempio, quanti ostaggi umani, nel corso della storia, si salvarono perche un Eroe ( come Salvo D’Acquisto, ad esempio ) si presentò ai carnefici urlando “prendete me … e liberate questi innocenti” ??? L’ erba muore per essere mangiata dalle mucche, le quali, a loro volta produrranno il latte che farà vivere i piccoli neonati ! La farfalla vive per la morte del bruco, e così le api che produrranno il miele di cui ci pasciamo … e così via !

    Piace a 1 persona

    • Quanta retorica Bruno.
      1) Non è proprio così la storia di D’Acquisto e non ho nessuna voglia di aprire una polemica al riguardo. Che cosa disse e che cosa fece, dopo essere stato messo al muro insieme con gli altri 22, non lo sa nessuno, perché non si è presentato da solo ai tedeschi, ma era stato catturato insieme con gli altri, probabilmente, all’ultimo momento, si è attribuito la colpa dell’attentato e ha trovato un tedesco che ha fatto finta di crederci, così gli altri sono stati liberati.
      2) Non è vero che l’erba muore per farsi mangiare dalla mucca, viene tagliata per fare il fieno, o brucata, e le mucche non hanno mai mangiato le radici dell’erba, tanto è vero che i prati da fieno si tagliano due, tre volte l’anno e se vuoi estirpare l’erba per cambiare coltura, beh, ne devi fare di lavoro con aratro e erpice.
      3) Accidenti, possibile che non hai studiato la metamorfosi delle farfalle? Non muore il bruco, anzi, esso è la farfalla. Se nella crisalide il bruco muore, la farfalla non ci sarà mai.

      Mi piace

  6. Mi dispiace, Neda … ma non sono MINIMAMENTE d’ accordo con te, e penso che, francamente, dovresti leggerti attentamente il DE RERUM NATURA, poi, forse, potremmo riparlarne !
    Per adesso, mi fermo qui … augurandoti una, pacatamente serena, fin domenica ! 🙂

    Piace a 1 persona

    • Su che cosa non sei d’accordo?
      Su D’Acquisto, sulla fienagione o sulla metamorfosi delle farfalle? Hai fatto esempi pratici errati in questi tre casi. Sul pensiero filosofico di Lucrezio, potevi ispirarti ad altro e non dicendo sciocchezzuole.
      Ti ho già fatto notare altre volte che non puoi basarti sulla presunta ignoranza di chi ti legge, giocando con le parole e andandotene per la tangente. Io non ho studiato latino e neppure greco, ma ho osservato la metamorfosi delle farfalle dal vero oltre che averla studiata in scienze quando andavo a scuola da ragazzina. Le mucche e i prati li conosco bene.
      Non vedo poi perché, a 71 anni compiuti, dovrei perdere il poco tempo che mi resta da vivere leggendo i tomi dei poemi di Lucrezio, visto che non li ho studiati quando ero giovane e avevo altro da fare e adesso so le stesse cose che sapeva lui, perché, comunque è la vita che me le ha insegnate.
      Sulla natura, madre o non, so tutto quello che c’è da sapere, così pure sull’animo umano e sulla evoluzione della specie. Forse so qualcosa in più di Lucrezio, visto che lui è vissuto 2000 anni fa, con quel che ne consegue. E poi, tutto ciò che è stato detto e scritto in passato, bene o male ci è stato ripetuto nei secoli fino alla nausea, peccato che chi dice di aver “imparato” poi non lo abbia messo in pratica.

      Mi piace

  7. Ti voglio bene, Nedina … e ti ringrazio per essermi stata vicina in questa infame circostanza che sto vivendo non so nemmeno io come !
    Buon fine domenica, cara amica
    e a bentoit

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...