Silenzio d’autunno

Ho aperto il tuo armadietto in bagno, a sinistra dello specchio.
C’è ancora tutto, in ordine, come è sempre stato.
I tuoi pennelli da barba, quello vecchio e consunto e quello nuovo, già pronto all’uso.
Il tubo rosso della crema da barba, il tubetto dell’emostatico, i tuoi rasoi blu e i flaconi dei dopobarba: l’ambrato  Denim e il tuo preferito l’Acqua Velva color acquamarina.
Ho aperto il flacone e ne ho odorato il profumo.
E’ tutto ancora lì, in attesa, in questo silenzioso mattino d’inizio autunno.

Ho raccolto ieri le pere cotogne.
Non ce ne sono molte quest’anno.
Una parte è destinata a quel tuo amico al quale ne regalavi ogni anno.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2018/09/pere-cotogne.jpg

mie foto

Annunci

25 pensieri su “Silenzio d’autunno

      • Noi ci eravamo sposati tardi. Quando ci siamo conosciuti io avevo già 33 anni e lui 8 di più. In quattro mesi abbiamo deciso di sposarci, poi abbiamo tirato su la nostra casa, lavorandoci anche dentro per un anno per rifinirla, arredarla (pensa che io ho cartavetrato, passato il mordente, verniciato, smaltato, porte e finestre, stipiti e cornici, montato le maniglie, siamo stati noi a dipingere le pareti… ogni fine settimana l’abbiamo passato a lavorare nel nostro “nido” collaudando anche il nostro “stare insieme”. L’anno dopo ci siamo sposati: avevo 35 anni io e Federico ne aveva 43.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...