I ciclamini

Nel nostro giardino c’è un intero spiazzo ricoperto di ciclamini. C’è sempre qualcuno che si meraviglia che siano fioriti proprio in questa stagione.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2018/04/ciclamini.jpg

mie foto

Sono situati tra il grosso cespuglio di lauro ceraso e le quattro piante di kiwi tirati a pergola.
C’è poca erba lì e i ciclamini formano un bel tappeto con i colori contrastanti e vivaci, le corolle lilla-cremisi e le foglie verde scuro. Non sono profumati, questi che fioriscono in primavera. Lo sono invece, quelli che fioriscono in autunno, sempre in quella zona.

Li avevo raccolti da ragazzina, durante alcune gite in montagna con i miei genitori.
Avevo l’abitudine di raccoglie bulbi, piantine, da sistemare poi in giardino in angoletti quasi nascosti, a ricordo di quei momenti trascorsi in famiglia, nei brevi periodi di vacanza fuori dall’istituto.

Vicino al grande abete, a ridosso del lauro ceraso, ci sono anche delle piantine di pervinca dai piccoli fiori azzurro-blu; vicino a casa c’è la grande felce che muore ogni autunno e si risveglia a primavera con le foglie che si srotolano giorno dopo giorno.
Qua e là, tra l’erba del prato, occhieggiano i bianchi fiori a stella dell’aglio orsino, ricordo di un passaggio in Umbria, molti anni fa.
Le piantine di cassia, dai fiori gialli, mi ricordano il Lazio e Maccarese, quando andammo a trovare un’amica di famiglia.
La crassula nel grosso vaso, è appena sfiorita. Ne avevo portato un piccolo pezzo dalla Liguria.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2018/04/viola-mammola.jpg

mie foto

Ci sono violette a primavera, profumate e folte, colorano il prato e fioriscono ovunque.
Vicino alla vecchia vite alcune sono bianche, candide come piccoli fantasmi.
In un angolo del giardino roccioso, resiste una piccola viola di montagna, pallida e dalle foglie verde chiaro, a punta.
Le grosse pietre calcaree che formano il giardino roccioso provengono da una gita nell’entroterra del nostro bel lago di Garda. Le avevamo messe nel baule, non so come abbia resistito la nostra vecchia automobile con quel peso dietro.

https://undentedileone.files.wordpress.com/2018/04/giardino-roccioso.jpg

mie foto

Ogni angolo del giardino mi ricorda qualche cosa, qualcuno.
Momenti del passato che sono rimasti cuciti negli angoli della mente e del cuore.

Annunci

32 pensieri su “I ciclamini

  1. adoro i ciclamini , specie quelli bianchi che contrastano col verde scuro. è da qualche settimana che non vado in campagna, aspetto di avere un po’ di energia in più, perchè quando si va c’è sempre da faticare …buona domenica Neda

    Liked by 1 persona

    • Già, con il tempo si accumulano i ricordi e ci si ferma a sfogliarli.
      Da giovani siamo corsi incontro al futuro, pressati dalla voglia di fare.
      Da vecchi ci voltiamo indietro a ripercorrere il passato, sperando che il tempo si fermi un poco.

      Liked by 1 persona

      • Sì … cara Nedy, un fiore esprime tantissime cose nel suo fiorire ( in vaso, in serra … o sui bordi delle strade di campagna ), e tantissime ne esprime anche nel suo mesto sfiorire …. E quando questo avviene, quando non vedremo più fiori dove eravamo abituati a vederli ( e ad odorarne il profumo … ) ecco che il mondo stesso ci pare sfiorire … e perdere il suo sorriso !
        😦
        °°°

        Liked by 1 persona

  2. emozionante questo tuo raccogliere nel tempo bulbi e piantine che poi, anno dopo anno, con la loro stupefacente fioritura (stupefacente non solo per la loro bellezza ma per questo loro tornare puntuali) ti restituiscono ricordi e persone care.
    ml

    Liked by 1 persona

    • Grazie Massimo.
      Non solo fioriscono ogni anno, ma si sono propagate, moltiplicate, hanno invaso intere zone del giardino, soprattutto le violette e i ciclamini. Son un piacere per gli occhi e per il cuore.

      Mi piace

    • Sto cercando di tenere un po’ in ordine questo orto giardino che era la sua passione. Non ho molta competenza in materia, ma cerco di mettere a frutto quanto lui mi aveva insegnato quando lo aiutavo.
      Ho zappato fra le fragole togliendo tutta l’erba infestante, sto curando i fiori e le grandi piante di limoni. I miei cognati vengono ad aiutarmi spesso e anche mia figlia mi dà una mano. Non pretendo di fare quello che lui faceva, solo di tenere in ordine quanto c’è. Ogni passo in giardino, ogni cespuglio, ogni cosa, mi ricordano le sue parole, i suoi gesti.
      Si va avanti, giorno dopo giorno, come è giusto che sia.

      Liked by 1 persona

      • Alle volte penso che perdere il compagno da giovani sia terribile, anche dal lato pratico, ma hai lo spazio di ricominciare. Perderlo alla nostra età vuol dire mettere veramente la parola fine a tante cose

        Liked by 1 persona

      • Mia madre rimase vedova a 27 anni, dopo tre anni di matrimonio. Quando ne aveva 33 conobbe un vedovo con due figli più grandi di me e vissero insieme per ancora 50 anni.
        Per me, a 70 anni, l’idea di poter avere un altro compagno è veramente inconcepibile.
        Questo è un nuovo periodo della mia vita. Un ritorno alla solitudine alla quale mi ero abituata, prima di sposarmi trentacinque anni fa. La solitudine non mi pesa, sono sempre stata molto indipendente, sia da ragazza che dopo sposata.
        Certo, non poter più condividere i propri pensieri, le proprie emozioni, le scelte e le esperienze…e poi ci sono gli inevitabili cambiamenti anche riguardo alla quotidianità, alle piccole cose.

        Liked by 2 people

      • Non volevo certo fare una classifica, spero fosse molto chiaro. La vita va come va, e forse ognuno di noi, davanti a cambiamenti più o meno avversi reagisce, giustamente, a modo suo. Comunque penso che per te sia un periodo difficile e ti penso

        Liked by 1 persona

      • Ti ringrazio Paola. Leggendo il tuo commento mi era venuta in mente mia madre che diceva che nella vita era preparata a tutto, ma non a restare vedova dopo tre anni di matrimonio.
        La vita è breve come un battito di ciglia.
        Sì, questo è un periodo difficile e complesso.
        Da un lato so di essere sola, dall’altro è come se lui fosse ancora qui, ma solo fuori di casa e dovesse tornare da un momento all’altro.
        Grazie per la tua vicinanza. Un abbraccio.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...