…e poi

https://undentedileone.files.wordpress.com/2017/09/gatta-nera.jpg

mie foto

 

C’è chi prima pensa, poi parla.

C’è chi prima parla, poi pensa.

C’è chi non pensa, né prima né dopo aver parlato.

…e poi…c’è Trump.

Annunci

25 pensieri su “…e poi

  1. Questa è davvero buona; vuoi che ti citi alcuni fra i nostrani a cui si attaglia alla perfezione? Gasparri, Razzi, Rotondi, Salvini, Di Maio e il suo reddito di cittadinanza che fa di lui il caposcuola dei mentecatti, ed un’altra lunghissima sfilza che non menziono per non tediarti.

    Piace a 1 persona

    • Ti sei dimenticato del caro Berlusconi che ha promesso, ieri, di portare le pensioni minime a 1000 euro, ovvero 13000 euro l’anno, magari dando la pensione anche alle casalinghe come me.
      Sono tutti in cerca di voti e promettere non costa nulla.
      A questo è ridotta la politica: promesse mai mantenute, collusione, corruzione, intrallazzi, interessi personali, interessi lobbistici: non se ne salva uno e nemmeno all’estero.
      L’esempio che viene dall’alto dà i risultati che poi si vedono nei ragazzi del Liceo Virgilio di Roma, frequentato appunto dai figli della nostra classe dirigente e che si sentono già dirigenti in potenza, i piccoli idioti, spalleggiati dai loro genitori.
      Siamo già ritornati all’idea bizantineggiante del nepotismo e della successione dinastica del potere.
      Ho visto un servizio ieri: uno scienziato della nostra Agenzia spaziale Italiana, al quale è stato riferito in che modo tale agenzia viene foraggiata, ha risposto che a lui non importa da dove arriva il denaro, basta che arrivi.
      Pensare che io a ventitré anni rifiutai di lavorare per una grande organizzazione alberghiera perché non approvavo i metodi di gestione e di organizzazione, anche se avrei avuto il doppio dello stipendio. Pur essendo stata considerata scema, all’epoca, non mi sono mai pentita della mia scelta.
      Certo che oggi, i nostri giovani, se dovessero fare come ho fatto io, sarebbero tutti a casa, considerata l’etica e la morale della nostra società.
      Un’ultima considerazione e questa sui preti:
      quello che si è permesso di usare un linguaggio scurrile per esprimere il proprio pensiero su un fatto di cronaca che parlava di uno stupro (inoltre lui incolpava la ragazza, ti pare che non lo facesse?)
      E l’altro che si è permesso, ieri, di considerare la Bonino peggiore di Riina, come omicida, a causa della legge sull’aborto.
      Ora, se anche i prelati, che dovrebbero aver studiato dialettica e che di solito usano la demagogia e sono pure grandi ipocriti, si mettono a dare aria ai propri pensieri senza attaccare la spina del cervello, diciamo pure che siam messi bene.

      Piace a 1 persona

  2. Grazie Guido. Credo che si sia in tanti a pensarla così, basta avere un po’ di buonsenso e di intelligenza.
    Peccato per quelli che quando madre natura distribuì l’intelligenza, non ci fossero: erano tutti in seduta plenaria chiusi nel nostro Parlamento e anche in quello europeo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...