Sassi

https://undentedileone.files.wordpress.com/2017/10/sassi-nel-fiume.jpg

Immagine presa dal web

Sul greto del fiume
che sbocca nel mare
sono andata a cercare,
oggi, sassi colorati e strani,
sassi rosa e neri,
sassi pieni di misteri,
sassi senza pensieri,
sassi senza ricordi,
sassi che non sanno il passato,
sassi di un mondo scordato,
sassi lucidi d’acqua,
sassi di muschio verde,
sassi bianchi e turchini,
sassi piccini,
sassi di gesso fragile,
sassi di rossa arenaria,
sassi d’ardesia nera,
sassi spezzati,
sassi abbandonati,
sassi che non sanno odiare.

Sassi sotto le dita
e l’acqua continua a cantare
la sua dolce canzone accorata
e l’acqua m’invita a restare
e l’acqua mi tiene legata.

Sassi sotto le mani:
il mio corpo non è più mio,
io sono un sasso scolpito,
un sasso levigato,
un sasso senza futuro,
un sasso negato.

 

Era la fine dell’estate del 1975 quando scrissi questi versi, in un momento in cui sembrava che tutto il mondo mi stesse crollando addosso, la mente stranita dalle vicende del momento, complice anche un deperimento organico causato dal lavoro in due stagioni estive e una invernale, senza mai un giorno di riposo, con quei ritmi di allora che oggi sarebbero considerati inconcepibili.
La voglia di andarmene, che non era solo un desiderio di fuga, di abbandonare tutto, ma una disperazione più profonda, quasi viscerale. Poi, la rabbia e l’orgoglio mi aiutarono a rialzarmi.
Quando la vita mi prende alla gola e mi mette alla prova, torno a leggere quelle parole e ricomincio a combattere.

Annunci

23 pensieri su “Sassi

    • O cavolo, grazie mille, correggo subito.
      Pensare che rileggo sempre con attenzione prima di pubblicare, ma questa la so talmente a memoria che non ho riconosciuto l’errore di battitura.
      Ancora mille grazie.

      Piace a 1 persona

  1. Sassi che stanno lì
    prima ancora che nascessimo …
    Sassi che rimarranno
    anche quando saremo morti !
    Il mio cuore è un sasso
    e le acque che lo bagnano
    … sono lacrime !
    😦
    °°°

    Mi piace

    • Mio caro Cavaliere, cuore di sasso non produce lacrime e le lacrime non servono a nulla. Meglio avere il cuore pieno di rabbia per potersi battere a muso duro e con pugni chiusi, anche se la vita, spesso, ci fronteggia con un muro di vento e sembra inutile ogni resistenza.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...