Stranezze

Espressioni minime

Pastello su carta colorata
mie opere

Lo so, sono vecchia.
Lo dice sempre anche mia figlia che vivo un po’ fuori dal mondo e faccio fatica a capirlo.

Ieri sera a Superquark hanno parlato di come reagisce il nostro cervello quando compiamo azioni trasgressive, malvagie, contrarie alla legge. Gli scienziati hanno riscontrato che, in questi casi, il cervello mostra lo stress e ci segnala un disagio che noi avremmo durante queste azioni, però…però se noi continuiamo a delinquere, il cervello si abitua e poi non reagisce più a questi stimoli e ci lascia in pace.
E’ strano che se ne siano accorti solo ora, è da secoli che questo fatto viene chiamato “coscienza”, o no?

Come quella scoperta che qualche anno fa hanno fatto in una Università americana, non ricordo più quale:
se prendi due giornali e li arrotoli, poi ne prendi uno con la mano destra e l’altro con la mano sinistra, li puoi usare per spiaccicare una mosca in volo, perché lei, poveretta, vedendosi aggredita da entrambi i lati non sa più da che parte fuggire.
E c’hanno pure studiato su parecchio per questa bella scoperta.
Noi, poveri ed ingenui contadini, è da secoli che usiamo le due mani aperte per ammazzare le mosche in volo e senza averci studiato su nemmeno un minuto.

 

Annunci

15 pensieri su “Stranezze

  1. Cara Neda,
    È così. La scienza vuole essere scientifica e, se non riuscisse ad essere scientifica come farebbe a chiamarsi scienza?
    Anche in medicina pretendono di essere “scientifici”… ma non hanno capito che in medicina lo si può solo fino a un certo punto.
    BUON GIORNO.
    Quarc

    P.S.: Il tuo disegno è significativo. Mi fa pensare all’emicrania.

    Liked by 1 persona

    • No, non si tratta di emicrania, ho pensato a un ragazzino quando mangia una fetta di limone.
      La medicina è la scienza meno esatta che ci sia, anche se oggi cercano di intruppare tutti in casistiche a cui appioppare protocolli adatti a tutti, perciò inadatti ai più.
      Ciao Alessandro, salutami i tuoi amici di passeggiate (panchine e alberi).

      Mi piace

  2. da quanto dici non mi stupisco più di tanto, ormai anche certe trasmissioni che dovrebbero essere culturali hanno poca sostanza, come succede anche per alcune riviste (che non acquisto più) che hanno la pretesa di deifinirsi scientifiche. Sarebbe opportuno che non costruissero solo contenitori di notizie ritrite, forse è meglio usiocre con qualche puntata televisiva o qualche numero cartaceo in meno e puntare sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Ma pour l’argent…. Ciao Neda!

    Liked by 1 persona

    • L’ho detto all’inizio che sono vecchia: essere “vetusta” mi piace anche.
      Però è veramente da ridere che scienziati attuali studino a lungo su cose ormai ovvie, magari devono giustificare gli stipendi che prendono.

      Liked by 1 persona

      • E’ esattamente quel che penso anche io. Forse perchè sono vetusta 🙂
        Sugli stipendi non mi esprimo. Le borse di studio dei ricercatori sono “meno di quel che prende la donna delle pulizie” dice sempre la solita citata prima.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...