Dedicato a Beatrice

Questo articolo è dedicato a Beatrice
https://ilcuoredibeatrix.wordpress.com/
e alla sua creatività che mi ha ispirato.

Negli anni settanta, al tempo dei “figli dei fiori”, periodo nel quale eravamo giovani, magri, spensierati e fiduciosi nel futuro, indossavamo abiti molto colorati e divertenti.

Possiedo una grande soffitta e non butto mai via nulla, per la disperazione di mio marito che non si azzarda più a girare fra gli innumerevoli scatoloni che giacciono lassù.
L’anno scorso, mi è capitato fra le mani un vecchio abito della mia lontana gioventù, ancora ben conservato, ma nel quale non sarei riuscita a entrare nemmeno se mi fossi cosparsa di grasso di foca.
Così l’ho disfatto completamente, ricavandone due bei pezzi di stoffa.
Ho trovato anche un maglioncino leggero tutto a strisce colorate. Scoperto che il maglioncino si poteva disfare, l’ho scucito e ne ho ricavato tanti bei gomitoli di cotone makò: rosso, nero, beige, azzurro e bianco. Il colore predominante era il rosso che ho usato per fare un corpetto all’uncinetto con piccoli rombi a filet al quale ho aggiunto la stoffa ricavandone un abitino estivo, colorato, un po’ strano, ma tanto oggi ognuno si veste come vuole.

abito figli dei fioricorpetto a filet

Ovvio che non indosserò io questo capo, forse mi sentirei ridicola, data la mia età, ma se mia figlia non lo apprezzerà, ho tante nipoti e conoscenti alle quali potrà far piacere indossarlo e, qui in campagna, non si guarda troppo per il sottile se le cuciture non sono perfette, visto che non sono mai andata a scuola di sartoria e ho imparato a cucire da sola.

Advertisements

35 pensieri su “Dedicato a Beatrice

  1. A me sembra una buona manifattura, pregevoli i rombi a filet che regalano al capo quel tocco particolare. Oggi i lavori artigianali sono merce rara e poi è interessante poter indossare un capo esclusivo!
    Sei stata molto brava, complimenti Neda.
    Un abbraccio da Affy ❤

    Liked by 1 persona

    • Grazie mille, troppo buona. Da quando avevo 22 anni, cucio i miei vestiti da sola, imparai allora con il Burda, facendo di necessità virtù, anche perché ho una taglia molto particolare e difficilmente troverei capi adatti a me.

      Mi piace

    • Da quali lande arrivi
      mio Cavaliere errante?
      Sei ito a svernar in lidi
      lontani e soleggiati?
      Ora che la Prima Vera
      incombe e imperversa
      torni in questi paraggi,
      al profumar dei fiori,
      ai nidi con gli implumi
      uccelletti novelli,
      ai prati verdeggianti,
      alle nuove verzure
      ricche d’ombre serene.

      Mi piace

  2. Da quale landa arrivo, o damigella ???
    Invero da una landa assai lontano …
    Venni quaggiù per prenderti la mano
    e accompagnarti al ballo ‘piano piano’ !!!
    Non ti ricordi @Neda quella notte ??? 😯
    Venni da te, fanciulla col tuo velo
    e ti portai lassù nell’ alto cielo
    dove le stelle su, dòrmon a frotte ! 😀

    Liked by 1 persona

  3. Ma sei bravissima!! E che pazienza!
    Io, purtroppo, non ho il solaio e la cantina non è agibile per stoffe ecc ecc, perché prendono una puzza inossidabile!
    Quindi ho dovuto buttare i miei gonnellino del tempo che fu…tranne un paio che tengo religiosamente su un armadio e che cavo, talvolta, a Carnevale…;-)

    Liked by 1 persona

    • Ciao Liana, grazie!
      Molte cose di quei tempi le ho regalate alle nipoti, alcune le ho trasformate per mia figlia, anche perché la moda ha i suoi corsi e ricorsi. Ricordo una bella gonna midi di velluto nero, a mezza ruota, con balza di velluto operato di color nocciola, che ho trasformato in un mantello medioevale per un carnevale di mia figlia. Anche una mia salopette dei tempi dei pigiama palazzo, l’ho trasformata sempre per mia figlia. Era un capo elegante, in crespo nero con disegnati dei fiori giallo cromo, appena accennati. Ogni tanto vado a rovistare nei vari scatoloni e rivivo momenti della mia gioventù.
      Ti auguro la Buona Pasqua.

      Mi piace

  4. Io non so veramente come ringraziarti. 😍😍😍 Una dedica così, con un capo unico nessuno mai me la farà più. Sono senza parole, Grazie è poco!
    Il vestito, mia figlia, lo apprezzerebbe e non sai quanto. Personalmente, dal poco che so fare, posso dirti che è di un bello unico e poi, diciamocelo il periodo in cui lo hai realizzato lo fa diventare magnificamente vintage e con una nota così romantica e nostalgica che, giuro, lo indosserei con gioia e fierezza! SPETTACOLARE. Per il resto e per gli auguri ti ho già scritto in privato. 💐💐🌹🌹 Non ti ringrazierò mai abbastanza per un dono “Pasquale” come questo che ho scoperto con meraviglia stasera. ♥♥ Non sai com’è gonfio di gioia il mio ♥

    Liked by 1 persona

  5. L’ha ribloggato su Beatrix Designe ha commentato:
    Senza parole per un post che mi è stato dedicato. Un augurio Pasquale inatteso, visto che l’ho scoperto stasera e, quindi, con gioia immensa lo pubblico! Grazie Neda di ♥ quel cuore gonfio di gioia, come ti ho scritto già, il mio ♥. COSÌ, con questo post di questo dolcissimo blog della mia amica artista e poeta, vi auguro buona Pasqua💘

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...