Cambiamenti

“Il mio mondo cambia ogni sei mesi”
Me lo ha detto una ragazza di trent’anni, pochi giorni fa.

mondo azzurro

foto di Camil Tulcan
in licenza Creative Commons

Ripenso a quando avevo la sua età e mi sembrava che il mio mondo restasse sempre immobile, immutato nel tempo e nei luoghi che frequentavo. Io cambiavo, crescevo, maturavo nell’arco degli anni, ma quando tornavo nei luoghi frequentati anni prima, ritrovavo le stesse cose, le stesse persone, le stesse consuetudini, come se il tempo si fosse fermato e i cambiamenti erano veramente pochi. Tutto ciò mi rassicurava, mi dava quasi una certezza di immortalità.
Non mi sono mai piaciuti i cambiamenti e ora che sono vecchia, mi fanno quasi paura.

Dopo la caduta del muro di Berlino, non ho più sentito il desiderio di ritornare in Germania, in quella parte di Germania dove ho ancora amici e dove ero tornata ogni anno dal 1970 in poi.
E’ stato come un blocco mentale: dalle informazioni che ricevevo dagli amici tedeschi, mi sembrava che la Germania non fosse più la stessa che avevo frequentato e conosciuto.
Ho lavorato per quindici anni nel mondo del turismo, spostandomi tra la Liguria e le Alpi. Non sono mai tornata nei luoghi nei quali avevo lavorato: non vi avrei trovato le persone che avevo conosciuto e i luoghi stessi li avrei trovati mutati. Preferisco ricordare tutto come era quando me ne sono andata. I volti delle persone che ho conosciuto resteranno giovani, per sempre, nei miei ricordi.

Provo angoscia, rabbia, indignazione, ogni volta che vengono modificate le cose intorno a me: dalla posta in ritardo, alle telefonate insistenti dei call-center, dagli orari del mio medico, a quelli dei mezzi pubblici, dei negozi.
E’ come se mi rifiutassi di vedere cambiato il mondo che conoscevo
e che io vorrei poter racchiudere in una grande bolla di vetro per impedire che ci possa entrare dentro tutto il trambusto, la maleducazione e la volgarità che disturbano il mio quieto vivere.

Forse è proprio questo che denota l’avanzare della mia età.

Annunci

2 pensieri su “Cambiamenti

    • E’ vero, i cambiamenti, soprattutto se non voluti, provocano ansia e malessere. Ai bambini piccoli, ricordo mia figlia nell’infanzia, bisogna spiegare il perché dei cambiamenti e rassicurarli per dare loro serenità.
      Grazie per la visita e buona serata.

      Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...